Informazioni

treppiedi: informazioni e consigli utili

Quando si decide di comprare un treppiede si scopre molto presto che questi non sono strumenti così semplici come possono sembrare. Essi non sono altro che strutture che ci aiutano a mantenere stabile la nostra fotocamera mentre scattiamo in condizioni particolari, ma sono soggette a così tanti variabili che la scelta si fa davvero molto ardua. Quanto deve esser alto? Quanto deve essere leggero? Quale peso può sopportare mantenendo le sue caratteristiche di stabilità? Quanto bisogna investire in un treppiede?

Tutte queste domande possono creare un senso di confusione e la cosa migliore per scegliere il cavalletto giusto è fare ordine tra le proprie necessità e l'offerta del mercato. In linea generica, dovendo comprare il primo treppiede, è bene sempre non esagerare e iniziare acquistandone uno economico perché prima di tutto è fondamentale capire quando possa migliorare i nostri scatti uno strumento del genere, infatti in seguito potremmo scoprire di non averne affatto bisogno o al contrario volerne acquistare uno professionale.

A cosa serve un treppiede

Iniziamo a capire bene a cosa serve e quali miglioramenti può portare alle nostre fotografie. Ovviamente la prima funzione da menzionare è quella di mantenere stabile la fotocamera per le lunghe esposizioni permettendoci di usare un'ampia profondità di campo anche quando la luce non ce lo consentirebbe. Ne deriva che sia possibile scattare anche a valori ISO minori abbassando la quantità di rumore digitale ed è possibile inoltre avere maggiore cura nella composizione degli scatti, creando fotografie di maggiore qualità artistica. Alcuni generi e tecniche fotografiche necessitano di un treppiede come per esempio le fotografie HDR, quelle notturne, le macro e i panorami al tramonto o all'alba. Ma non solo, infatti un cavalletto può sostenere faretti o superfici riflettenti come anche grandi teleobiettivi. Sono innumerevoli le cose che un treppiede ci aiuta a fare e per ognuna di esse è possibile trovare una caratteristica specifica.

Da cosa è composto un treppiede

Ogni treppiede è composto da due elementi fondamentali e cioè le gambe e la testa, a questi si aggiungono altre parti come per esempio i piedi e la colonna centrale. Considerando modelli di fascia media e alta, ognuno di questi elementi è presente e più o meno funzionale, ma se invece analizziamo i modelli economici allora le cose cambiano e spesso la funzionalità degli elementi è sacrificata per contenere i costi.

Possibili svantaggi

Prima di entrare nel merito della scelta del treppiede è bene anche nominare i possibili lati negativi in cui ci si può imbattere. La prima cosa che si può notare usandone uno è il peso, infatti nonostante i materiali costruttivi siano sempre più leggeri, anche un cavalletto ultraleggero di fascia alta, considerando ogni suo componente, ha un peso non indifferente che non sempre si è disposti a portarsi appresso per lunghi spostamenti, inoltre è ingombrante e anche questo può essere fastidioso. Aprirlo e sistemarlo per scattare una foto può richiedere tempo facendo sfuggire il momento migliore e infine non è per niente comodo da utilizzare in mezzo alla gente. Considerati sia i vantaggi che gli svantaggi e accennato a quali parti compongano ogni treppiede, vediamo insieme come scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

I treppiedi in commercio

Essendo strumenti versatili e capaci di dare molteplici vantaggi, è facile intuire che non esista un solo tipo di treppiede ma che anzi siano in commercio molte varianti dedicate ai diversi utilizzi che se ne può fare. Prima cosa da sapere quando stiamo per acquistare, è il peso della macchina fotografica che useremo sul treppiede. Il peso che la struttura può sostenere influenza il peso della struttura stessa che sarà più pesante se dovrà sorreggere maggiore peso.

Treppiedi da studio

I treppiedi da studio sono genericamente i più ingombranti e scomodi da trasportare e usare all'aria aperta ma sono quelli che assicureranno la maggiore stabilità della macchina anche in presenza di vento. A tal proposito è bene sapere che alcuni modelli prevedono un gancio in fondo alla colonna centrale costruito apposta per essere usato per appendere della zavorra. Le gambe di questa tipologia sono progettate per resistere alla flessione anche quando completamente estese e la testa è spesso voluminosa per accogliere tre manopole di regolazione, una per ogni asse, che permettono un set up preciso e stabile. Sono anche tra i più costosi, un sistema professionale può costare più di 900€.

Treppiedi da viaggio

Diverso concetto di costruzione per i treppiedi da viaggio che puntano tutto sulla maneggevolezza e trasportabilità. Le gambe presentano moduli telescopici più corti che permettono al treppiede di riposto in spazi più ridotti come una valigia, ma ne limitano l'estensione totale. La testa ha solitamente una sola leva che agisce su una struttura sferica che è il cuore del movimento stesso. Il vantaggio di questa tipologia di teste è la velocità con cui si può regolare e posizionare. Si possono trovare poi alcuni treppiedi da viaggio che non hanno testa, ma solo la vite di fissaggio, questi a volte hanno gambe flessibili che permettono di aggrappare la struttura a una ringhiera o un palo. Molto utili durante i viaggi hanno il grosso limite di non poter sopportare il peso di una reflex digitale, rendendo questa tipologia perfetta per viaggiare con compatte o mirrorless.

Monopiedi

Un'ultima tipologia che merita una menzione è quella dei monopiedi. Questi non sono altro che delle aste telescopiche con una testa da cavalletto. Non sono ovviamente in grado di sostenere autonomamente una macchina, ma sono un grosso aiuto in situazione di scarsa luminosità nelle quali dobbiamo mantenere velocità di movimento. Sono spesso la scelta obbligata dei fotografi sportivi che li usano per sostenere il peso dei massicci teleobiettivi con cui lavorano dagli spalti. La testa di questi modelli è necessariamente di tipo sferico con un sistema che consente regolazioni anche se la leva è quasi serrata.

Prima di acquistare è da considerare anche un sistema di sgancio rapido per la testa del treppiede, questo potrà farvi risparmiare tempo e seccature quando dovete montare la camera quando non avete a disposizione alcuna luce. La marca di riferimento per prodotti di grande qualità è la Manfrotto, che ha sul listino ogni tipo di treppiede e testa con offerte per sistemi professionali così come per principianti e amatori.

IsIhop.it offre esclusivamente un servizio di comparazione prezzi, non siamo un negozio online, per ogni informazione sui prodotti è necessario rivolgersi ai rispettivi negozi online.

il Blog

Attualmente non disponibile.